Gli ospiti

Ecco gli ospiti che parteciperanno agli incontri della rassegna Sentieri Bui.

Francesca Bertuzzi

è nata a Roma nel 1981. Scrive per il cinema e ha pubblicato, per Newton Compton, Il carnefice (premio letteratura e cinema Roberto Rossellini 2011), La paura (2012) e La belva (2013).
Con Fammi male (Mondadori 2018) abbraccia una sfida narrativa senza precedenti, scrivendo il primo thriller in cui è la vittima stessa – o per meglio dire la sua copia perfetta – a indagare sul proprio omicidio.

Luca Poldelmengo

è nato a Roma nel 1973. Alla sua attività di sceneggiatore dal 2009 affianca quella di scrittore, esordendo con il noir
Odia il prossimo tuo (Kowalski), tradotto anche in Francia, finalista al premio Azzeccagarbugli e vincitore del premio Crovi come migliore opera prima. Nel 2012 pubblica L’uomo nero (Piemme), nel 2014 Nel posto sbagliato (Edizioni E/O, collezione Sabot/age), entrambi finalisti al Premio Scerbanenco. Del 2016 è I pregiudizi di Dio (Edizioni E/O, collezione Sabot/age).

Paolo Foschi

è nato a Roma nell’anno in cui il Genio Incompreso si suicidò a Sanremo e Mina regalò la sua splendida voce alla Canzone di Marinella. Musicista per passione, sportivo per indole e giornalista per necessità, lavora al «Corriere della Sera», dove si occupa di attualità e politica con articoli di cronaca e inchieste. Prima de La pattinatrice sul mare ha pubblicato cinque romanzi: Delitto alle Olimpiadi (2012, vincitore del 47 Concorso letterario nazionale del CONI), Il castigo di Attila (2012), eIl killer delle maratone (2013), Vendetta ai mondiali (2014) e Omicidio al Giro (2015). Ha inoltre scritto il racconto L’Angelo azzurro per l’antologia Giochi di ruolo al Maracanà (2016).

Pasquale Ruju

classe 1962, laureato in Architettura, ha lavorato in teatro, cinema, radio, televisione e nel doppiaggio, dando voce a personaggi di cartoni animati, soap e telefilm. Dal 1994 collabora con la Sergio Bonelli Editore in qualità di soggettista e sceneggiatore. Ha scritto oltre cento storie per albi di Tex, Dylan Dog, Nathan Never, Dampyr, Martin Mystère ed è autore delle miniserie Demian, Cassidy e Hellnoir. Le Edizioni E/O hanno pubblicato Un caso come gli altri e Nero di mare. Stagione di cenere è il suo terzo romanzo.

Giampaolo Simi

“Mi piacciono le storie e ho voluto imparare a tutti i costi come si fa a raccontarle, a prendere il lettore fin dalla prima pagina e a portarselo via.” Nato a Viareggio nel 1965, dopo il liceo classico Giosuè Carducci di Viareggio, inizia a scrivere racconti e sceneggiature. Il suo racconto Viaggiatori nella tempesta è vincitore nel 1995 del premio Lovecraft. Il buio sotto la candela vince il premio Nino Savarese, mentre Direttissimi altrove e Tutto o Nulla (2001) sono arrivati in finale al premio Scerbanenco. Rosa Elettrica è stato fra i romanzi finalisti del Premio Fedeli. È fra gli autori italiani pubblicati in Francia nella “Série Noire” di Gallimard. Ha collaborato come soggettista e sceneggiatore alla serie tv RIS (quinta stagione), e alle tre stagioni di RIS Roma. Collabora con il quotidiano “Il Tirreno”, “La Repubblica” e con il sito “Giudizio Universale”. È stato consulente tecnico del Premio Camaiore di Letteratura Gialla dal 2003 al 2013. Nel 2010 ha ricevuto a Maniago il Premio alla carriera Lama e Trama. Nel giugno 2012 è uscito per E/O il romanzo La notte alle mie spalle (Premio Pea 2013, menzione speciale Premio Gelmi di Caporiacco 2013). Nel maggio del 2015 è uscito per Sellerio il suo romanzo Cosa resta di noi con il quale vince il Premio Scerbanenco. Nel maggio 2018 ha vinto il “Premio Letterario Chianti” con La ragazza sbagliata (Sellerio).

Martino Ferrario

è il direttore editoriale di CasaSirio. Nato in Brianza nel 1988, passa sorprendentemente indenne e incensurato l’adolescenza e i vent’anni. Per non farsi mancare nulla, a vent’anni molla l’università per fare il pizzaiolo. Tre anni più tardi si iscrive alla scuola Holden, si diploma e fonda CasaSirio assieme ad alcuni amici. È (almeno crede) tuttora incensurato. La casa editrice CasaSirio nasce a fine 2014 con una vocazione: raccontare storie. Storie semplici e veloci, storie vere e storie da bar, storie che non vorresti finissero mai. Storie che quando finisci di leggere rinascono come racconto agli amici davanti a una birra, una fetta di pizza o alla fine del primo tempo di una partita allo stadio.

Piergiorgio Pulixi

è nato a Cagliari nel 1982. Fa parte del collettivo di scrittura Sabot creato da Massimo Carlotto, di cui è allievo. Insieme allo stesso Carlotto e ai Sabot ha pubblicato Perdas de fogu (Edizioni E/O 2008), e singolarmente il romanzo sulla schiavitù sessuale Un amore sporco, inserito nel trittico noir Donne a perdere (Edizioni E/O 2010). È autore della saga poliziesca di Biagio Mazzeo iniziata col noir Una brutta storia (Edizioni E/O 2012), miglior noir del 2012 per i blog Noir italiano e 50/50 Thriller e finalista al Premio Camaiore 2013, proseguita con La notte delle pantere (Edizioni E/O 2014), vincitore del Premio Glauco Felici 2015, Per sempre (Edizioni E/O 2015) e Prima di dirti addio (Edizioni E/O 2016). Nel 2014 per Rizzoli ha pubblicato anche il romanzo Padre Nostro e il thriller psicologico L’appuntamento (Edizioni E/O), miglior thriller 2014 per i lettori di 50/50 Thriller e vincitore del Premio Prunola 2016. Nel 2015 ha dato alle stampe Il Canto degli innocenti (Edizioni E/O) primo libro della serie thriller I canti del male, vincitore del Premio Franco Fedeli 2015, del Premio Corpi Freddi Awards 2015 e del Premio Grotte della Gurfa 2016. Nel 2016 gli viene assegnato il Premio Serravalle Noir. Alcuni suoi racconti sono stati pubblicati sul Manifesto, Left, Micromega e Svolgimento e in diverse antologie. I suoi romanzi sono in corso di pubblicazione negli Stati Uniti, in Canada e nel Regno Unito.

Matteo Raimondi

è stato ospite di SentieriBui off il 14 luglio con un evento speciale (caccia al tesoro, cena e presentazione nella suggestiva cornice del Sentiero di Palliccio) organizzato per presentare il suo romanzo d’esordio, Si spengono le stelle (ed. Mondadori). Matteo Raimondi ci farà compagnia domenica 30 settembre a Lugnano in Teverina durante i tre incontri con gli autori previsti da programma. È nato nel 1986 a Roma, dove vive con la sua famiglia. Laureato presso la facoltà di Scienze politiche, sociologia e comunicazione dell’Università La Sapienza, è studioso di letteratura, società e storia americana. Si spengono le stelle è il suo romanzo d’esordio.